Storia

1826, il punto di partenza

La Louvesc, piccolo paese di montagna nel Sud della Francia, agli inizi del 1800 è un affollato luogo di pellegrinaggio, poiché vi si trova la tomba di San Francesco Regis, missionario gesuita morto nel 1640. P. Terme, sacerdote attento ai bisogni della gente, vi apre una casa per accogliere le pellegrine e l’affida ad una piccola comunità di suore. Teresa Couderc, una di esse, ha l’intuizione di non limitarsi a dare a queste donne un’assistenza materiale, ma di offrire loro anche qualche consiglio spirituale, per aiutarle a vivere bene il loro pellegrinaggio. P. Terme, nel frattempo, conosce gli Esercizi di S. Ignazio di Loyola e offre alle sorelle l’occasione di farli. Entusiaste dell’esperienza vissuta, le suore a loro volta la propongono alle pellegrine. Da quel momento, far vivere gli Esercizi alle donne che arrivano diventa l’attività principale della comunità. La casa si trasforma in un luogo di spiritualità in cui le donne, in occasione del loro pellegrinaggio, possono approfondire la loro relazione con il Signore.

La morte improvvisa di P. Terme nel 1834 è un momento molto difficile per la comunità, che si trova come orfana. S. Teresa Couderc chiede al vescovo e ottiene che l’opera nascente...

Leggi di più

La Louvesc, piccolo paese di montagna nel Sud della Francia, agli inizi del 1800 è un affollato luogo di pellegrinaggio, poiché vi si trova la tomba di San Francesco Regis, missionario gesuita morto nel 1640. P. Terme, sacerdote attento ai bisogni della gente, vi apre una casa per accogliere le pellegrine e l’affida ad una piccola comunità di suore. Teresa Couderc, una di esse, ha l’intuizione di non limitarsi a dare a queste donne un’assistenza materiale, ma di offrire loro anche qualche consiglio spirituale, per aiutarle a vivere bene il loro pellegrinaggio. P. Terme, nel frattempo, conosce gli Esercizi di S. Ignazio di Loyola e offre alle sorelle l’occasione di farli. Entusiaste dell’esperienza vissuta, le suore a loro volta la propongono alle pellegrine. Da quel momento, far vivere gli Esercizi alle donne che arrivano diventa l’attività principale della comunità. La casa si trasforma in un luogo di spiritualità in cui le donne, in occasione del loro pellegrinaggio, possono approfondire la loro relazione con il Signore.

La morte improvvisa di P. Terme nel 1834 è un momento molto difficile per la comunità, che si trova come orfana. S. Teresa Couderc chiede al vescovo e ottiene che l’opera nascente sia affidata ai gesuiti. Con la loro guida, la comunità consolida la propria identità, decidendo di fare degli Esercizi la propria fondamentale missione. Nonostante debba attraversare diverse difficoltà, la comunità si espande rapidamente e alla fine dell’800 conta già delle fondazioni all’estero.

Notre histoire 6
Santa Teresa Courderc

Santa Teresa Courderc si descrive come le castagne della sua regione natale, le Ardenne: piena di spine all’esterno e tenera, sotto la sua corazza, all’interno. Una delle sue fotografie la mostra con uno sguardo franco e l’aria decisa.

L’avete notato? Accanto a lei, sullo sfondo, c’é un coniglio. É come se esprimesse la dolcezza di madre Teresa e, con le sue lunghe orecchie, la capacità di Teresa di ascoltare i bisogni del mondo per rispondere.

Santa Teresa Courderc si descrive come le castagne della sua regione natale, le Ardenne: piena di spine all’esterno e tenera, sotto la sua corazza, all’interno. Una delle sue fotografie la mostra con uno sguardo franco e l’aria decisa.

L’avete notato? Accanto a lei, sullo sfondo, c’é un coniglio. É come se esprimesse la dolcezza di madre Teresa e, con le sue lunghe orecchie, la capacità di Teresa di ascoltare i bisogni del mondo per rispondere.

Notre histoire 7
Al servizio della fede

Sotto un’apparenza severa, S. Teresa Couderc, di cui si è celebrato il cinquantesimo anniversario della canonizzazione nel 2020, è un esempio di intelligenza, di bontà, di determinazione nella docilità allo Spirito e di umiltà. Ha avuto l’audacia di fondare una congregazione che non è né di insegnanti né al servizio dei malati, ma dove delle donne si mettono al servizio della fede e della vita spirituale. La giovane donna, che ha solo ventitré anni quando è stata nominata superiora, ha dimostrato una fiducia e un coraggio straordinario che hanno fatto crescere la congregazione fino ad oggi.

Sotto un’apparenza severa, S. Teresa Couderc, di cui si è celebrato il cinquantesimo anniversario della canonizzazione nel 2020, è un esempio di intelligenza, di bontà, di determinazione nella docilità allo Spirito e di umiltà. Ha avuto l’audacia di fondare una congregazione che non è né di insegnanti né al servizio dei malati, ma dove delle donne si mettono al servizio della fede e della vita spirituale. La giovane donna, che ha solo ventitré anni quando è stata nominata superiora, ha dimostrato una fiducia e un coraggio straordinario che hanno fatto crescere la congregazione fino ad oggi.

Notre histoire 3
Notre histoire 9
Notre histoire 10
Notre histoire 11

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza utente.
Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie a fini statistici.

OK
Preghiera del momento