I TESTI FONDANTI


  Se livrer  
[...] che cosa è questo “consegnarsi”? Comprendo tutta la portata di tale parola, ma non riesco a spiegarla. So soltanto che ha un senso vastissimo, che abbraccia il presente e l'avvenire. Consegnarsi, è più che dedicarsi, è più che donarsi, è anche qualche cosa di più che abbandonarsi a Dio. Consegnarsi, insomma è morire a tutto e a se stessi, non più occuparsi dell'io che per tenerlo sempre rivolto a Dio.
Consegnarsi, è ancora non cercarsi più in nulla né per il corpo né per lo spirito, cioè non cercare più la propria soddisfazione ma unicamente la volontà di Dio. Devo aggiungere che consegnarsi è anche quello spirito di distacco che non si lega a nulla, né alle cose, né alle persone, né al tempo, né ai luoghi. È aderire a tutto, accettare tutto, sottomettersi a tutto.
Ma si penserà che ciò sia molto difficile da realizzare. Tutt'altro: non vi è nulla di così facile e dolce da praticarsi. Tutto sta nel fare una sola volta un atto generoso dicendo con piena sincerità: Mio Dio, voglio essere completamente tua, degnati di accettare la mia offerta. [...]
  Leggi tutto...  


  La visione della bontà  
[...] Qualche giorno fa ho avuto una luce che mi ha molto consolato. È stato durante il ringraziamento, mentre facevo alcune considerazioni sulla bontà di Dio: come non pensare in quel momento alla bontà infinita, bontà increata, sorgente di tutte le bontà! E senza la quale non ci sarebbe bontà alcuna, sia negli uomini, sia nelle altre creature. Ero estremamente commossa per queste riflessioni quando vidi scritto, come in lettere d'oro, questa parola Bontà che con indicibile dolcezza stavo ripetendo da tanto tempo. La vidi, ripeto, scritta sopra tutte le creature animate e inanimate, ragionevoli o no tutte portavano questo nome di bontà [...]
  Leggi tutto...  

 


  Consacrazione alla Madonna  
[...] Gloriosa Vergine Maria Madre del mio Dio, regina del cielo e della terra, mia protettrice, mia avvocata e Madre, … . Degnatevi di gettare uno sguardo di bontà e di misericordia sulla più indegna e più ingrata delle vostre figlie, e gradite l'offerta che io vi faccio di me stessa e di tutto ciò che mi appartiene.
Io vi consacro il mio corpo, la mia anima, il mio spirito e il mio cuore. Voglio che da ora in poi essi siano completamente occupati nell'amarvi e nel farvi amare. … ma, Madre mia buona, io non vi consacro soltanto quanto personalmente mi riguarda [...]
  Leggi tutto...  
 
www.cenacoloitalia.it